MondoMotori STUDIO25

HOME

SCRIVI

MAPPA

PUBBLICITÀ

WineReport
WrCLUB
 
 
WinenewsVino&Co.TravelFoodShoppingCuriositàWrClub
Curiosità

IL DIZIOVINO

L'ESPERTO RISPONDE

WINETEST

TOP WINE



L'ESPERTO RISPONDE

Il vino con un nome di un Presidente


Con il termine Clinton ( Clintòn ) o Clinto si è soliti definire in campo enologico sia una vecchia varietà di vite, importata in Europa intorno al 1850 dall'America in seguito alla disastrosa invasione della fillossera, sia un particolare tipo di vino, diffuso in Veneto ed in Friuli, dove è più noto come fragolino.

Un vino piuttosto scadente, anche se di grande popolarità, caratterizzato da una bassa gradazione e da un incredibile colore violaceo intenso che lascia una traccia densa nelle bottiglie e nei bicchieri, vino la cui produzione è proibita in tutta la Comunità Europea.

Come altri vitigni ibridi americani e euroamericani, frutto dell'incrocio tra la Vitis labrusca e la Vitis riparia, una volta vinificato con le tecniche tradizionali il Clinton, numerosi riscontri scientifici lo testimoniano, dà luogo ad un vino ricco di alcool metilico, sostanza che agisce negativamente sul sistema nervoso, sul nervo ottico e quindi sulla vista. Si sospetta inoltre che particolari antociani ( pigmenti rossi ) presenti nelle uve degli ibridi possano essere cancerogeni e che sviluppino acido cianidrico di notevole tossicità.

Per questi motivi, nonostante la loro apparente gradevolezza data dal sapore dolciastro, meglio rispettare le legislazioni vigenti, e stare alla larga dai fragolino e dai Clinton, con tutto il rispetto per il presidente americano...



Auto usate