MondoMotori STUDIO25

HOME

SCRIVI

MAPPA

PUBBLICITÀ

WineReport
WrCLUB
 
 
WinenewsVino & Co.TravelFoodShoppingCuriositàWrClub
della settimana

VINO DELLA SETTIMANA

NEWS DELLA SETTIMANA

del mese

STRADE DEL VINO

L'OPINIONE

L'INTERVISTA

VINI ALL'INDICE

OBIETTIVO DOC

DICONO DI LUI

RITRATTI AZIENDALI

LA DEGUSTAZIONE

NOVITA' IN CANTINA

VINI DAL MONDO

LE TEMPS RETROUVE'

L'EVENTO

I LOCALI DEL VINO

LIBRI

COMUNICATI STAMPA



VINI DAL MONDO del 16/09/2003

Ribeiro D.O. 2001 Viña Mein Casal de Mein


COMMENTA LA NOTIZIA
SUL FORUM

Se sui vini rossi spagnoli, delle più pregiate Denominazioni d’origine Rioja, Ribera del Duero, Somontano, o dell’emergente Priorat, si può dire che anche in Italia, così come accade già nel Regno Unito e negli Stati Uniti, si cominciano ad avere le idee chiare e ad apprezzare i reali valori in campo, sui vini bianchi, che pure nella terra di Cervantes sono prodotti, e con buoni risultati, si hanno viceversa idee molto più vaghe e approssimative.
Penedés a parte, da cui provengono i più celebri Espumosos del Paese, i Cava, dei bianchi spagnoli, ad eccezione di alcuni vini, ottenuti da vitigni internazionali, prodotti dalla celeberrima Bodega Torres, si sa ben poco e si contano davvero sulle dita di una mano i vini reperibili in casa nostra.

E’ un mondo tutto da scoprire pertanto, quello dei bianchi spagnoli, soprattutto quelli ottenuti dai vitigni autoctoni, ma una delle poche certezze è che parlando di bianchi spagnoli si deve necessariamente riferirsi alla Galizia, la regione posta nel nord – ovest del Paese che può contare su denominazioni d’origine dall’immagine e dalla realtà produttiva consolidata come Rias Baixas, Valdeorras, Ribeira Sacra, Monterrei. O come Ribeiro, 3000 ettari circa per un’area vinicola che negli ultimi anni sta tornando all’altezza delle sue antiche tradizioni e alla sua fama già ben consolidata nel XVI e XVII secolo, e che ha in Ribadavia la propria capitale, ricca di monumenti storici. In Galizia, difatti, dire Ribeiro è fare riferimento alla storia, alle tradizioni e alla leggenda di una terra che vanta una tradizione produttiva che risale sino all’epoca romana.

Terreni collinari, posti lungo le vallate dei fiumi Miño, Avia y Arnoia, suoli in generale poco argillosi, piuttosto freschi e permeabili, ricchi di materia organica, una benefica influenza dell’Atlantico e in misura minore del Mediterraneo, una grande ricchezza ampelografica che consentendo ai produttori numerose combinazioni e contribuisce ad affermare la diversità dei vini, ed il risultato è una produzione, soprattutto nella zona ovest della provincia di Ourense, una delle quattro che compongono la Galizia, che si sta specializzando in particolare nella produzione di vini bianchi considerati tra i migliori in assoluto, insieme a quelli di Navarra e Rueda, della Spagna.

Grazie alla collaborazione del carissimo amico Juancho Asenjo, collega del sito Internet www.elmundovino.com, che regolarmente, ad ogni suo viaggio in Italia, mi porta campioni tra i più significativi dell’attuale produzione vinicola iberica, ho potuto degustare alcuni bianchi della D.O. Ribeiro, e quello che maggiormente mi ha colpito, per la sua finezza davvero impensabile, è il Ribeiro D.O. 2001 Viña Mein Casal de Mein, un vino, così lo definiscono in patria, entrato nel “firmamento dei vini bianchi spagnoli”, una vera stella, che nasce da una tenuta di 14 ettari tutti piantati tra il 1994 ed il 1995, dopo che la famiglia Alén acquistò questa splendida tenuta in una zona dove non esistevano vigneti.
I risultati, puntando esclusivamente su varietà autoctone galiziane, sono stati subito eccellenti e attualmente Viña Mein ha raggiunto una produzione media di 100 mila bottiglie, ottenute esclusivamente da uve provenienti dai vigneti di proprietà.

Questo magnifico bianco nasce da un assemblaggio di uve, che accanto alle varietà Godello, Loureira, Torrontes, Albariño, Lado y Albilla vede dominare la Treixadura (75-80%), uno dei grandi vitigni galiziani (coltivato anche nel nord del Portogallo), simile in qualche modo all’Albariño. Piantata sui suoli adeguati la Treixadura, varietà principale della D.O. Ribeiro, acquisisce una perfetta maturità e un interessante grado alcolico e assicura un corredo aromatico importante nella composizione di bianchi fini e calibrati. La raccolta avviene tra la fine di settembre e la prima settimana di ottobre.
La vinificazione, anche se sono in corso, a partire dall’annata 2002, prove di invecchiamento anche in piccoli fusti di rovere francese, avviene esclusivamente, ed efficacemente, in acciaio, con permanenza del vino sui propri lieviti fini per due mesi, seguiti da altri quattro mesi di affinamento, prima dell’imbottigliamento, che solitamente avviene in maggio.

All’assaggio dell’annata 2001 il vino mi è parso straordinariamente convincente e personale, dotato di quel tipo di eleganza che a casa nostra siamo soliti trovare nei bianchi del nord, Trentino, Alto Adige o Friuli, colore paglierino verdognolo di bella intensità, dorato brillante molto luminoso e profondo. Il naso, di ottima complessità, tessitura e intensità aromatica, ricorda vagamente per certi versi gli aromi di un Soave o un Verdicchio, con un fruttato maturo ben espresso e caldo che richiama la pesca gialla e l’albicocca, e poi note di fieno secco, nocciola, alloro, un bouquet floreale, con una bellissima mineralità.
In bocca è saldo, ben costruito, pieno, con un frutto pieno e succoso, ma soprattutto con un grande equilibrio acidità – sapidità che assicura ottima freschezza, una notevole lunghezza e persistenza e una vena finale di mandorla molto piacevole. Ha costruzione salda, notevole piacevolezza e grande pulizia e un notevole bilanciamento.

Se un vino del genere non rimane un episodio, ma diventa una costante produttiva, la nuova frontiera dei vini di Spagna non potrà che contare, accanto ai grandi rossi della Rioja e del Priorat, e ai Cava, anche sui vini bianchi. Complimenti !

Franco Ziliani
fziliani@winereport.com

Viña Mein Casal de Mein 2001
Lugar de Mein s/n San Clodio
32420 Leiro (Ourense)
tel. 0034 988 488 400
fax 0034 988 488 732
vinamein@wol.es
vinamein@worldonline.es





Auto usate