MondoMotori MondoMotori

HOME

SCRIVI

MAPPA

PUBBLICITÀ

WineReport
WrCLUB
 
 
WinenewsVino & Co.TravelFoodShoppingCuriositàWrClub
della settimana

VINO DELLA SETTIMANA

NEWS DELLA SETTIMANA

del mese

STRADE DEL VINO

L'OPINIONE

L'INTERVISTA

VINI ALL'INDICE

OBIETTIVO DOC

DICONO DI LUI

RITRATTI AZIENDALI

LA DEGUSTAZIONE

NOVITA' IN CANTINA

VINI DAL MONDO

LE TEMPS RETROUVE'

L'EVENTO

I LOCALI DEL VINO

LIBRI

COMUNICATI STAMPA



L'EVENTO del 06/03/2009

Banco d’assaggio del Bardolino e del Chiaretto 2008 l’8 marzo a Lazise, sul lago di Garda


COMMENTA LA NOTIZIA
SUL FORUM

Più di cento vini in degustazione, suddivisi fra rossi e rosati: è la prima volta che la nuova annata viene presentata in anteprima nella storia quarantennale del Consorzio di tutela del Bardolino. La manifestazione si svolge nello storico edificio della Dogana Veneta.

In piena estate sembrava che la stagione non fosse particolarmente propizia. Poi, però, un lungo periodo di giornate soleggiate ha prolungato forse come non mai la vendemmia, e i riscontri di cantina sono stati così convincenti che il Consorzio di tutela del Bardolino ha deciso di proporre quel che mai aveva osato nella sua storia quarantennale: un banco d’assaggio che presenta in anteprima l’ultima vendemmia, quella del 2008, quando ancora non tutti i vini sono in bottiglia.
Il banco d’assaggio del Bardolino 2008 e della sua versione rosata, il Chiaretto 2008, si svolgerà domenica 8 marzo, dalle 10 alle 18, a Lazise, sulla sponda veronese del lago di Garda, nello storico edificio della Dogana Veneta, affacciata sul porticciolo, accanto alla chiesetta romanica dedicata a San Nicolò. Più di cento i vini in degustazione, pressoché equamente divisi fra il rosso Bardolino e il Chiaretto rosato. Alcune aziende offriranno al pubblico anche la possibilità di una degustazione comparativa fra le annate 2007 e 2008.

L’evento è aperto al pubblico, e vista la non casuale coincidenza con la Festa della Donna, scelta per la consonanza con la femminilità del Chiaretto, alle signore sarà dedicato un piccolo pensiero floreale. Per i visitatori sono a disposizione anche degli spazi dedicati ad assaggi di prodotti tipici della zona. Un ulteriore simbolico riconoscimento delle profonde radici territoriali del Bardolino sarà costituito, nel pomeriggio, dai canti dei pescatori lacustri proposti dal coro La Rocca di Garda.
Ai banchi di degustazione saranno presenti i produttori e i sommelier Ais della Delegazione di Verona.

“Alcuni dei vini in assaggio – spiega il presidente del Consorzio di tutela del Bardolino, Giorgio Tommasi – hanno già iniziato la loro vita in bottiglia da dicembre, altri saranno invece imbottigliati solo nell’imminenza del Vinitaly, verso fine marzo. Gli uni e gli altri sono tuttavia perfettamente in grado di regalare quella succosa fragranza fruttata che caratterizza il Bardolino e il Chiaretto, vini che stanno decisamente ritrovando il favore del pubblico, al punto che il 2008 si è chiuso con ben 32 milioni e mezzo di bottiglie vendute, per il 40% sul mercato nazionale”.

Affascinante, si diceva, la sede di questo banco d’assaggio del Bardolino e del Chiaretto 2008: recentemente restaurata e trasformata in centro congressi, la Dogana Veneta di Lazise venne costruita nel Trecento come arsenale, per essere successivamente utilizzata come luogo di produzione del nitro necessario alla composizione delle polveri da sparo, e quindi dogana per le merci in entrata ed uscita dal territorio veneto attraverso il lago di Garda.
L’iniziativa, organizzata dal Consorzio di tutela del Bardolino, si avvale del supporto del Comune di Lazise e della Regione Veneto (nell’ambito della misura 133 del piano di sviluppo rurale 2007-2013).





Auto usate